Quante cose sono successe in tre giorni

9 Nov

Se avessi tempo scriverei un post. Ma stamattina, purtroppo o per fortuna, di tempo non ne ho. Quindi no. Niente post. Avrei anche il titolo pronto. Quante cose sono successe in tre giorni. Sarebbe la sinossi (il riassunto, diciamo) di quello che ho vissuto tra mercoledì e venerdì. Ma oggi è sabato. Comincia il weekend, e io ho un treno tra venticinque minuti che di questo passo non riuscirò nemmeno a prendere.

Dirò soltanto che stanotte ho sognato il mio primo giorno di scuola. Di nuovo. Era una scuola francese, non chiedetemi perché. Forse perché me la immagino rigida, severa. E pure collegiale, diciamo. Perché ad attendermi c’erano quattro o cinque prof. Tutte milf invecchiate così così, tra l’altro. Fatto sta che ricominciava la scuola. Che io avevo i miei quasi trent’anni. Che i libri erano tanti e pesanti. Che si ricominciava, insomma. Tutto da capo. E tra quegli stessi libri c’era una sorta di Bibbia per le lezioni. Una guida da imparare subito a memoria. Un opuscolo. Una rivista. Quella per cui scrivo.

Caro Sigmund, sono molto preoccupato. Poi ne parliamo, eh.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: