Vaffantweet

17 Ott

Da tempo sono attratto da una parola. Twitteratura. L’idea del racconto di lungo respiro veicolato tramite un social network mi affascina da un po’. Ho anche pensato di improvvisare un romanzo a suon di cinguettii. Per questo, per saperne di più, mesi fa ho aperto un link sull’argomento. Mesi, davvero, poi mi è rimasto lì, insieme ad altri quaranta. Almeno quaranta schede di Google Chrome. Ho il rimando facile, io. Il posticipo reiterato, come una partita del lunedì che non si vuole far giocare. Oggi, finalmente, sono andato a leggerlo. Il testo comincia così: La twitteratura non esiste. D’oh! L’idea di fondo del sito è completamente diversa, cioè quella di creare una comunicazione collaterale ai libri già esistenti, di generare un surplus informativo, creativo e allo stesso tempo promozionale per la letteratura cartacea già esistente. Non è, come credevo io, un neologismo per intendere un nuovo modo di scrivere e di diffendere le proprie storie.

Tanta attesa per nulla.
Ora sono attratto da un’altra parola. Fanculo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: