Dolce far troppo

7 Ago

L’aria è quella che è. Lo stress è ai massimi livelli, causa chiusura anticipata del numero di settembre. Anticipata perché c’è Ferragosto. Che è un dono di Dio, per carità. Ma è allo stesso tempo una maledizione. Perché comporta una settimana di ferie. Ferie extra, diciamo. Qua chiudiamo tutto e buona notte al secchio. Ma intanto, adesso, si deve correre più del solito per finire il giornale. E così l’aria è quella che è. Lo stress è ai massimi livelli. E quest’afa di certo non aiuta. Dalle mie parti, poi, qui dove c’è la redazione, pare il deserto del Sahara. Uno scenario post-apocalittico degno del miglior film di fantascienza. Tipo la scena del risveglio nella Londra di 28 giorni dopo. O al più, col caldo che fa, pare L’alba del forno dopo. La sostanza è che non c’è più nessuno. La parte di Milano in cui lavoro, di solito, è infestata dagli studenti. Ed è agosto. Gli studenti ad agosto fanno il bagno al mare, con la ciambella intorno alla vita e il mojito in mano. Gli stronzi. E io qua. Con l’aria che è quella che è. Lo stress ai massimi livelli. E la caposervizio che mi fa brutti scherzi.

Tu!, mi dice con fare inquisitorio. E’ ancora sulla porta, appena tornata dalla stanza dei grafici, ma il suo dito è già scattato verso di me. Tu!, ripete prima di fare una pausa, di stare un attimo in silenzio continuando a fissarmi con tutta la serietà di cui è capace.
I-Io?, le rispondo timidamente, con appena un filo di voce.
Tu!!, insiste lei. Poi decide finalmente di giocare a carte scoperte. Tiramisù??

Lì per lì non capivo se volesse che la prendessi in braccio. Di certo quello che stava per svenire ero io. Poi ho capito cosa intendesse. Una cosa semplice, come l’amore cantato da Tiziano Ferro (anche se secondo me non c’ha capito un cazzo). Ho ripensato a dove sono. Nella redazione dove ogni giorno è buono per tirar fuori un dolce. Bene. Si mangia. E si mangia proprio un dolce. L’ha portato lei, la caposervizio, a dispetto del suo nome. Lina Insu. Un attimo, gente. Ricomincio a respirare e vi raggiungo di là. Cominciate pure senza di me.

Annunci

3 Risposte to “Dolce far troppo”

  1. lala76marea mercoledì, 7 agosto 2013 a 17:08 #

    hai tirato su il capo dal dito feroce? 🙂 mia sorella oggi dal luogo di villeggiatura mi dice “oh fa un caldo qui, mi sa che hai fatto bene te a restare ancora un po’” e io “sì infatti mi chiedo perchè abbia voglia di vacanze che qui ho tutto quello che voglio,svegliarmi alle 6.45 per registrare il radiogiornale mi fa respirare l’arietta fresca..”click..fanculo va.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: