I miei paradossi

6 Ago

Scrivo di tv. E fin qui tutto bene. In casa, però, ho soltanto un vecchio televisore col tubo catodico. E dai colori sballati. Il microonde lì di fianco gli ha rovinato l’esistenza. Ogni sera il povero quattordicipòllici ci propone i soliti tre colori. Il verde sotto. Il giallo in mezzo. Il lilla in alto. La bandiera di Stronzolandia.

Scrivo di tv e non ho nemmeno una tv con la grazia. E anche se l’avessi non la guarderei. Sono cresciuto a pane e Bim Bum Bam. Ora sfrutto la mia cultura da eterno bambino per scrivere anche di cartoni animati. Ma oggi, dico oggi, non guardo più niente. Preferisco leggere. Il mio tempo lo impiego così. Come dimostrano le pile di libri e di fumetti (soprattutto fumetti) che ho accumulato, con somma giuoia di mia madre, tra Milano e la mia adorata Baia delle Zanzare. Pile di cose non lette. Tv spenta e pile di cose non lette. Qualcuno mi mangia il mio tempo e non so come. Se lo vedete correre via fategli lo sgambetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: