Colonna

25 Lug

Oggi mi hanno dato della colonna. Mi chiamassi Lapo mi avrebbero dato della riga, ma questa è un’altra storia. Fatto sta che mi hanno dato della colonna, sì. Mi hanno fatto passare per uno che conta, o che perlomeno ha una penna a cui non si può rinunciare. I patti erano chiari già dal colloquio. Verrai qui a gestire queste sezioni della rivista – mi avevano detto – ma non ti sognare nemmeno per un attimo di non scrivere più per noi.

Ancora una volta mi hanno fatto sentire importante, e non è stato tanto per dire. Non hanno nessun motivo di provarle tutte per tenermi stretto. Io sono soltanto l’ultimo arrivato, e di certo questo lavoro non me lo lascio sfuggire (vedi alla voce “non ho mica alternative”). E’ stato un semplice atto di stima. L’ennesimo.

Adesso però arriva il bello. O il brutto, dipende. Dopo una prima settimana a basso ritmo le cose si stanno facendo più intense. Timoni da rifare, pagine da ripensare, pezzi da reimpostare. La vita del redattore non affatto è una pacchia, soprattutto quando sei l’ultimo arrivato (sì, lo so che l’ho già detto) e ti affidano ben ventotto pagine di un mensile che non leggevi più da una vita. Gli altri? Ne hanno dodici, massimo sedici. Ma tu sei un colonna, KronaKus. E le colonne, si sa, devono saper reggere tutto. Soprattutto lo stress.

Annunci

Una Risposta to “Colonna”

  1. icittadiniprimaditutto mercoledì, 25 luglio 2012 a 10:53 #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: