Il respiro del mondo

14 Feb

A tutti piacerebbe finire in prima pagina. Ai politici e alle escort, ai mitomani e agli egocentrici. E poi ai giornalisti. Soprattutto ai giornalisti. Che sono sempre un po’ politicizzati, un po’ troieggianti, un po’ inclini a enfatizzare persone, cose o animali. E che hanno spesso un ego grande come una casa. Ma mica una casetta. Mica come la casa dello zio Tom. Diciamo come la casa dello zio Silvio. Una delle 47109474710566459235790556156012 case dello zio Silvio. In fila per sei col resto di due.

Io non sfuggo di certo alla regola. Sono pieno di me, e vorrei che il mondo lo fosse altrettanto. Pieno di me, intendo. Bramo anch’io la prima pagina, ma poi sfoglio i giornali, e inciampo in un grande errore di sistema. Il mio grande errore di sistema. Entro in conflitto con me stesso. Sento di star vomitando la mia ghianda, quello che secondo Hillman è il progetto di vita scritto nel codice dell’anima.

Leggo degli scandali, della delocalizzazione dei motori, delle brutalità verde-vestite del nord Italia. Salto l’economia a piedi pari, qualche volta anche dispari. L’importante è saltarla. E così arrivo nelle pagine in cui mi sento a casa. Quelle più avanti, quelle più in mezzo ma paradossalmente quelle più nascoste. Il secondo sfoglio, la terza pagina. O quello che è. Gli argomenti che secondo la gerarchia ingessata del giornalismo italiano sono poco rilevanti. E’ lì che trovo l’anima delle cose, e così anche un po’ della mia. Sento che il codice si decifra da sé, e che ormai pure Da Vinci (oggi allenatore dell’Inter) mi pare poco più che un creatore di sudoku (di cui non ho mai capito una beata miii…). Non ci sono più intrighi nella mia testa, niente più rebus da risolvere.

Sono l’uomo di R2. Sono il cronista del cuore, il narratore di essenze nascoste sotto lo zerbino dell’evidenza. Voglio raccontare le notizie indegne della ribalta. Voglio descrivere il vento, che è fatto d’aria e non sempre fritta. E che raccoglie il respiro del mondo per portarlo ai polmoni degli uomini di buona volontà.

Annunci

2 Risposte to “Il respiro del mondo”

  1. semalutia lunedì, 14 febbraio 2011 a 9:14 #

    …il narratore di essenze nascoste sotto lo zerbino dell’evidenza…

    Io ti leggerò.

    Mi piace

  2. kronakus martedì, 15 febbraio 2011 a 20:10 #

    🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: