Grazie Tg1

12 Gen
Oggi, La Repubblica, pagina 53:
Sale.
Fa male, riducetelo
la nuova crociata degli americani

Oggi, Tg1, edizione delle 20, lancio del tredicesemo servizio:
Scoperto un nuovo tipo di colesterolo, pericoloso come causa d’infarto. E per lo stesso motivo l’America Latina lancia una campagna contro l’eccessivo consumo di sale.

Oggi, La Repubblica, pagina 23:
“Si sclera, si sta dentro”
ecco come parla
la generazione 20 parole

Oggi, Tg1, edizione delle 20, lancio del quattordicesimo servizio:
“Scialla”, “svario”, “sottone”… Non sono termini stranieri, ma parole che fanno parte del linguaggio dei nostri teenagers

Mi stavo dicendo: durante questo periodo di pseudo-vacanza ho aggiornato troppo poco il mio blog. Sì, ok, ma cosa scrivere? Inutile riempire questo diario virtuale con post vuoti e privi di cose vere da raccontare, ora che sono a casa mia e che non ho sostanzialmente molto da dire. Ma poi è arrivato il telegiornale della “prima rete”, e luce fu. Ecco la scintilla, ecco l’ispirazione.
Il Tg1 ha ripreso due articoli di Repubblica e ne ha fatto dei servizi. Inutile condannare il continuo copiaincolla fra testate, anche di media diversi. E’ una prassi consolidata, per quanto discutibile. La cosa buffa non è tanto che Minzolini & Co. abbiano preso in prestito un paio di idee dal quotidiano del gruppo L’Espresso e le abbiano fatte proprie per l’edizione di stasera. Ma, piuttosto, che non sia avvenuto il suo esatto contrario.
Mi spiego: le notizie arrivano, la redazione ci lavora su. E fin qui ci siamo. Ma chi è il primo a poterle diffondere? Le agenzie certo. Poi probabilmente il web. Forse la radio. Magari la tv. Di certo il quotidiano arriverà per ultimo.
Ergo: se Repubblica avesse preso spunto da alcuni servizi del telegiornale della sera prima non sarebbe stato molto professionale, ma tutto sommato sarebbe stato accettabile. E’ tutta da interpretare, invece, la scelta del Tg1, che ha costruito servizi per il tg serale sulla base di articoli di giornale che non solo sono già usciti molte ore prima nelle edicole, ma che sono stati scritti, in tutta probabilità, almeno ventiquattro ore prima della messa in onda del telegiornale. La novità, se mai ci fosse stata, puzza già di marcio. Come se il mio panettiere mi vendesse il pane del giorno prima spacciandolo per quello di oggi.
Notizie fresche per tutti, insomma. E soprattutto, originali. Grazie Tg1.
Io, intanto, per non sapere né leggere né scrivere, il giornale di domani me lo leggerò dopo il telegionale della sera. Non sia mai che mi debba guardare il “Minzolini Show” con un senso di dejàvu!!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: