Rubricando

12 Mag

C’è grossa crisi, lo dice pure Quelo. Lo diceva, più che altro, quando ancora il suo alter ego di carne, ossa e comicità non era stato bandito dall’etere. Ma questa è un’altra storia.

C’è grossa crisi, dicevo. Crisi dell’economia, crisi dei giornali. Che le due cose non son mica distinte.

E’ crisi. Crisi e basta.

Macro. Micro.

Una fottuta crisi.

Bene.

Eppure nascono nuovi quotidiani, proprio nell’era in cui la carta viene data per spacciata. Sgualcita. Appallottolata. Infradiciata. In altre parole, morta.

Dicono non ci sia niente da fare per le notizie stampate, ma oggi stesso è nato un nuovo giornale.

L’Altro.

Impostazione di sinistra. Dodici pagine smilze. Pochi esteri. Tanta politica, inserita quasi a forza pure nelle pagine di cultura e spettacoli.

E Melissa P.

Sì, Melissa P.

Cazzo c’entra Melissa P.?

Forse perché in passato – neanche tanto passato – ha scritto una lettera aperta a Ruini. “In nome dell’amore”, si chiamava. Una lettera, sì. In forma di libro.

Devo ancora leggerlo, ma immagino fosse un inno alla laicità.

Ecco, forse, l’unico nesso con il redivivo Sansonetti.

E’ il mio corpo che cambia, e pure l’editoria. Ora le scrittrici soft-porno hanno rubriche domenicali sui quotidiani di (estrema) sinistra.

Credete sia un male?

Io no.

Non me la perderò per nulla al mondo.

Annunci

2 Risposte to “Rubricando”

  1. Fulvia martedì, 19 maggio 2009 a 12:24 #

    personalmente preferisco evitare di perdermi nel mare della nullità.
    Ciao
    Fulvia

    Mi piace

  2. Veronica lunedì, 1 giugno 2009 a 22:43 #

    quando ho letto il primo libro di melissa p. (100 colpi di spazzola…)avevo quattordici o quindici anni, e forse, era troppo presto. Alla ricerca della mia identità e dell’identità del mondo non mi sono riconosciuta in lei neanche per un secondo. Ci sono volute settimane prima che mi riprendessi, e non scherzo. Il sentimento dell’amore verso l’altro sesso era stato in quelle pagine completamente svuotato, aveva perso ogni valore, mostrato soltanto come può cadere in basso una ragazzina che vuole scoprire il mondo soltanto mediante il sesso. Non voglio passare per bigotta, ma quel libro mi ha letteralmente disgustato.Che spreco di fogli, un inno alla mancanza di cultura e a farsi comandare dagli istinti, diventando totalmente “governabile” come vogliono Loro. E mi spiace che giornali di sinistra diano man forte a cose d qst genere, in nome della laicità e magari del fare l’amore e nn fare la guerra, o simili.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: