Me l’ha detto Paolo Fox

5 Gen

Il mondo è in guerra. I cronisti osservano e ascoltano. Le bombe cadere, gli edifici crollare. La gente morire.

lagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorire
lagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorire
lagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorire
lagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorirelagentemorire

E io cosa farei? Anzi. Ma io, lo farei? Che cronista sono? Anzi. Che cronista sarei?

Domande. Senza risposta. Perché sogno una professione ma ancor prima sogno la vita. Perché sto aspettando una risposta importante, ma credo che la mia esistenza su questo pianeta venga prima di ogni cazzo di carriera.

E penso pure di essere un vigliacco. Forse. Magari sì. O magari no. Perché il cronista di guerra fa una scelta ben precisa. Una scelta che non sento mia, e che molto probabilmente non farei mai. Che non farò mai. Perché io sarò giornalista. Ormai è sicuro. Me l’ha detto Paolo Fox.

Annunci

3 Risposte to “Me l’ha detto Paolo Fox”

  1. marina martedì, 6 gennaio 2009 a 12:08 #

    adesso che ho scritto tutto per postare commento….ehm non ricordo piu’ il commento!!!!! 😦
    meglio la vita sicuramente
    b. befana 🙂
    M.

    Mi piace

  2. Emilio mercoledì, 7 gennaio 2009 a 2:08 #

    Io invece il giornalista di guerra lo farei di corsa. Per vedere la realtà con i miei occhi. Perché anche i giornalisti nostrani le guerre se le fanno raccontare, dalle agenzie. Non alzano più il culo dalla sedia.
    Vuoi vedere la realtà oltre il suo velo di apparenza? Diventa volontario di Croce Rossa o di qualsiasi altro ente e chinati su quanti stanno morendo, su quanti soffrono e arrancano. Quella è la realtà. Non certo quella bella pulita che si vede da dietro un computer.

    Emilio

    Mi piace

  3. kronakus mercoledì, 7 gennaio 2009 a 2:48 #

    Congratulazioni a M. per il suo primo, sudatissimo commento. 😀

    Emilio, tu hai solo che ragione. Ma ribadisco che sono scelte. E che ci sono realtà e realtà. Io, ora, sento che il giornalismo di guerra non fa per me.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: