Bilanci

1 Set

Dopo aver preso atto delle maialate (o dovrei dire porcate?) che si consumano tra la mia redazione e la politica locale, ho trascorso il week-end tra mettere a punto il mio “piano b” e riflettere sul mio futuro. Mi sono accorto di avere non dieci, non cento, ma mille perplessità sulla mia attuale condizione. I contro sono tanti, e ci mancava soltanto la strumentalizzazione politica. O quello che è. I pro, invece, mi sembrano scarseggino davvero. Non fosse perché una parte di me non riesce ancora a credere che io stia finalmente scrivendo per una testata registrata, penso proprio che mi sarei già attivato per cercare un’alternativa.
Anzi no, me la sono già trovata. Forse. Quasi. Non so. Però sono sempre più convinto di aver fatto la cosa giusta. Nonostante i soliti, patetici dubbi che mi assalgono prima di ogni decisione importante.

E così è cominciata una nuova settimana di lavoro, quella cosa che non si mangia e che non si usa per mangiare. Che poi basta parlare di cibo come fossi un bulimico inespresso! Sono nauseato dai discorsi su snack e fuori pasto, su pance che crescono di fronte a monitor al plasmon. Come li chiama mio padre, neanche fossero biscotti per bambini. Oddio, sto parlando ancora di cibo!!

Settimana nuova, vita nuova. Anzi vecchia, anche se non mi sembra affatto. Mi sono disabituato a vedere il Capo e la Direttrice simultaneamente nella stessa stanza. Ma ora che il Capo è tornato, ora che le ferie sono state archiviate (perlomeno da chi le ha fatte), mi dovrò riabituare a questo sovraffollamento all’interno della redazione. Io, la Stagista, il Capo, la Direttrice. Quattro anime tormentate tra le stesse mura. Insieme, come in una sit-com di serie z. Ma per poco, ancora per poco. Poi qualcosa cambierà, vero Stagista?

Annunci

5 Risposte to “Bilanci”

  1. clau89 lunedì, 1 settembre 2008 a 22:38 #

    spesso e volentieri, quando leggo ciò che scrivi, ritorno bruscamente ad un anno fa poichè certe frasi, certi discorsi, certe situazioni, ricorrono. certo è che mi sento di dirti di non fare di tutta l’erba un fascio. questa è un’esperienza, una, e come tale non deve precluderne altre o colorare di nero ciò che pensavi fosse bianco.

    Mi piace

  2. kronakus lunedì, 1 settembre 2008 a 22:51 #

    No, certo. Anche se queste sono riflessioni che, nonostante le stia già maturando, credo che prenderanno forma più avanti. Con il tempo.

    Mi piace

  3. Il S@rcoTr@fficante martedì, 2 settembre 2008 a 8:49 #

    kronakus, già sai come la penso: lascia questo lavoro…la vita è breve e la dignità è una sola.

    Mi piace

  4. kronakus martedì, 2 settembre 2008 a 13:28 #

    Sarebbe una decisione più che affrettata. Ora è il tempo di avere due piani, a e b. Il resto si vedrà.

    Mi piace

  5. anidrideperiodica mercoledì, 3 settembre 2008 a 8:34 #

    la suspance mi uccide…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: